Attenzione - intensità

  • ALERT – Attenzione: Alertness

    Nel programma di training ALERT viene allenata la dimensione dell'alertness attenzionale– la capacità di aumentare e mantenere a breve termine l’intensità dell’attenzione.

    Scenario e compito

    Una moto viaggia su di una strada con numerose curve. Il compito del soggetto consiste nell'osservare attentamente il tratto di strada che ha di fronte e ogni volta che si presenta un ostacolo premere il tasto di reazione il più velocemente possibile. Se reagisce prontamente, la moto frena e, dopo la scomparsa dell'ostacolo, prosegue la sua corsa. In caso di reazione ritardata, si ha una "frenata di emergenza", si sente un forte rumore di frenata, la moto si ferma e inoltre sullo schermo appare un punto esclamativo giallo.

  • VIG – Attenzione: vigilanza

    Nel programma di training VIG viene allenata la dimensione di vigilanza dell’attenzione – la capacità di mantenere l’attenzione per un certo periodo in presenza di stimoli monotoni.

    Scenario e compito

    Il cliente percorre in macchina una strada di campagna rettilinea. A  intervalli irregolari sopraggiungono altri veicoli, alcuni dalla direzione opposta, altri invece lo sorpassano. Il compito del soggetto consiste nel reagire premendo un tasto quando un veicolo lo sorpassa e frena di colpo davanti a lui. In caso di reazione corretta, le luci dei freni della sua auto si spengono, l'auto accelera e prosegue. Se invece il cliente non reagisce nel tempo massimo prestabilito, le luci dei freni iniziano a lampeggiare. Infine si sente un forte suono stridulo che ha lo scopo di riportare l'attenzione del soggetto sugli avvenimenti in corso.

Attenzione - selettività

  • DIVID – Attenzione: divisa

    Nel programma di training DIVID viene allenata l’attenzione divisa – la capacità di eseguire simultaneamente diversi compiti.

    Scenario e compito

    Il cliente riveste il ruolo dell'addetto alla sicurezza di un aeroporto. Oltre alle scene che deve osservare simultaneamente sugli schermi di controllo (porta scorrevole all’ingresso, biglietterie, nastro trasportatore), deve prestare attenzione agli annunci via altoparlante. Eventuali guasti devono essere eliminati premendo il tasto di reazione. Se il cliente non riesce a reagire prontamente a una situazione problematica, le immagini di tutti i canali si bloccano e viene evidenziato il canale in cui si è verificato il problema. Solo premendo il tasto di reazione, le scene si rianimano.

  • FOCUS – Attenzione: focalizzata

    Nel programma FOCUS  viene allenata l’attenzione focalizzata – cioè la capacità di reagire solo agli stimoli rilevanti presentati insieme a un‘elevata quantità di stimoli distraenti.

    Scenario e compito

    Una barca attraversa il paesaggio suggestivo di un paese africano. Il cliente si trova davanti diversi tipi di stimoli: uccelli canterini, libellule che svolazzano qua e là, una rovina sulla riva del fiume, una cascata, ecc. Il suo compito consiste nel reagire a stimoli rilevanti precedentemente identificati, senza farsi distrarre dalla molteplicità degli stimoli.

  • SELECT – Attenzione: selettiva

    Nel programma di training SELECT  viene allenata l’attenzione selettiva – la capacità di reagire velocemente a stimoli rilevanti e di sopprimere reazioni scorrette.

    Scenario e compito

    Il cliente attraversa le gallerie di una miniera a bordo di un carrello. Dall'oscurità emergono improvvisamente stimoli rilevanti e irrilevanti (visivi, acustici e cross-modali). Il cliente deve reagire solamente agli stimoli rilevanti. In caso di reazione mancata o ritardata a uno stimolo rilevante, viene dato un feedback negativo sotto forma di lampi e tuoni. Se il cliente reagisce invece a uno stimolo irrilevante, l'immagine o la fonte sonora si illuminano di rosso.

Training neglect/campo visivo

  • SPACE – Training neglect/campo visivo: Attenzione visiva-spaziale

    Il programma di training SPACE è stato sviluppato per pazienti con neglet unilaterale, ma può essere utilizzato efficacemente anche in caso di disturbi del campo visivo. Il training migliora l’orientamento visuo-spaziale dell’attenzione ed è inteso allenare in special modo la capacità di dirigere l’attenzione sugli stimoli posti nell'emispazio contralesionale.

    Scenario e compito

    Il cliente ha il ruolo di un fotografo. Il suo compito consiste nell’osservare diverse scene (mercato, aeroporto, ufficio, parco giochi). Il mirino della macchina fotografica si muove nello spazio, alla ricerca di punti specifici. Il compito consiste nello “scattare una foto“ premendo il tasto di reazione non appena il mirino si ferma e cattura un oggetto. Al centro di ogni scena è presente un punto di fissazione, in base al quale il cliente può orientare il capo e lo sguardo e dove può ritrovare il mirino nel caso lo abbia perduto di vista.

Memoria di lavoro

  • CODING – Memoria di lavoro: Codifica spaziale

    CODING è un programma per allenare i processi di monitoraggio e la codifica spaziale nella memoria di lavoro visuo-spaziale.

    Scenario e compito

    Il cliente osserva diverse vetture che si apprestano ad attraversare un ponte (fase di ritenzione). Durante l'attraversamento, i veicoli spariscono dal campo visivo del cliente (fase di consolidamento).  Quando riappaiono alla fine del ponte, può succedere che un‘auto abbia cambiato posizione nella disposizione spaziale. Il cliente deve identificare questo fenomeno, cioè deve confrontare la nuova disposizione dei veicoli dopo l'attraversamento del ponte con la disposizione memorizzata prima che attraversassero il ponte e identificare le differenze.

  • DATEUP – Memoria di lavoro: aggiornamento spaziale

    Nel programma di training DATEUP viene allenata la funzione esecutiva di aggiornamento della memoria di lavoro spaziale.  L‘aggiornamento descrive la capacità di rinnovare il contenuto della memoria in maniera controllata e mirata.

    Scenario e compito

    Il cliente osserva delle farfalle in un ambiente naturale mentre volano sopra prati fioriti e superfici sabbiose. Ogni tanto una farfalla si posa, mentre un’altra comincia a volare, e così via, finché infine, a intervalli irregolari, il cliente deve rispondere ad una domanda.  A seconda del tipo di compito, il cliente deve selezionare una o più farfalle. Per esempio la penultima farfalla, le ultime due farfalle oppure l'ultima di tre diverse specie di farfalle.

  • NBACK – Memoria di lavoro: Aggiornamento visivo

    Nel programma di training NBACK viene allenata la funzione di monitoraggio della memoria di lavoro – la capacità di conservare informazioni e aggiornarle costantemente.
     
    Scenario e compito

    Nel programma di training NBACK  il cliente vede sullo schermo la rappresentazione di una cornice digitale. Nella cornice vengono mostrate in successione singole foto con motivi diversi (animali, paesaggi, colori, ….).  Il compito del soggetto consiste nel verificare se la foto attualmente presentata corrisponde alla foto che è stata mostrata immediatamente prima o 2 o 3 foto prima (a seconda del livello di difficoltà). Se la foto è la stessa, deve premere il tasto verde. Se la foto è diversa, deve premere il tasto rosso.
    Il cliente riceve un feedback sulla sua prestazione a cadenze regolari (ca. 5 minuti). Scopo di questo feedback è mantenere la motivazione del cliente a un livello ottimale.

  • VISP – Memoria di lavoro: Rehearsal visuo-spaziale

    Il VISP è un programma di training per il miglioramento del rehearsal attivo (ripetizione) della memoria di lavoro spaziale. 

    Scenario e compito

    Nel VISP il cliente osserva da una prospettiva aerea una serie di navi sul mare. Alcune navi vengono evidenziate in sequenza (per es. vengono illuminate oppure fatte scomparire) (fase di ritenzione). Nella fase di mantenimento viene compiuto il rehearsal con molteplici ausili. In seguito il compito del cliente è quello di riprodurre la sequenza in cui sono state evidenziate le navi (fase di richiamo). 

Memoria a lungo termine

  • NAMES – Memoria a lungo termine: Imparare nomi di volti

    Con il programma di training NAMES vengono allenate strategie efficaci per l’apprendimento di nomi di persone e la loro associazione con i volti. 

    Scenario e compito

    Al cliente viene chiesto di memorizzare nomi di persone. Infine deve ricordare i nomi in concomitanza con la presentazione delle corrispondenti foto.  Nel training, il cliente riceve consigli strategici per l'apprendimento, e assistenza per il richiamo delle informazioni. Il livello di difficoltà dei compiti viene sistematicamente aumentato nel corso del training. Ai livelli superiori di difficoltà, le persone vengono presentate al cliente da un annunciatore –  come in una cerimonia ufficiale.  Ciò dovrebbe rendere la situazione di training simile a una situazione reale, dove i nomi delle persone devono essere memorizzati in tempi rapidi, e pertanto favorire il trasferimento di quanto appreso alla vita normale.

Funzioni esecutive

  • HIBIT-R – Inibizione della risposta – Versione riveduta

    Nel programma di training HIBIT-R viene allenata l'inibizione della risposta, cioè la capacità di sopprimere reazioni indesiderate.

    Scenario e compito

    Il programma di training HIBIT-R stimola la capacità di sopprimere reazioni indesiderate (inibizione della risposta). Il programma di training utilizza soprattutto compiti con segnale di stop e go/nogo. Il cliente ha il ruolo di un impiegato delle poste che deve spedire lettere e pacchetti nel modo più veloce e preciso possibile. Vi sono quattro incarichi diversi (tipologie di compiti) per lo svolgimento dei quali il cliente deve porre attenzione a specifiche caratteristiche (per es. la presenza o meno di un francobollo) che gli segnalano quando deve o meno reagire. Il programma di training HIBIT-R consente al cliente di partecipare alla strutturazione del proprio percorso di training: 


    Dopo positiva elaborazione di un compito, il cliente può decidere se continuare con il compito attuale o passare a un altro. Può quindi scegliere il tipo di compito e impostare così lo svolgimento del programma in base alle sue motivazioni personali.

  • PLAND – Funzioni esecutive: Competenze di azione e pianificazione

    Nel programma di training PLAND viene allenata la capacità di azione e pianificazione mediante la presentazione di compiti di pianificazione realistici.

    Scenario e compito

    Nel programma di training PLAND (Plan-a-Day) il cliente ha il compito di attuare un piano giornaliero in base a una sequenza ottimale. Punto di partenza è una lista di attività da svolgere e una piantina virtuale della città sulla quale sono segnati i vari edifici e la posizione attuale della persona.  A seconda del tipo di prova, deve essere sviluppata una strategia relativa all'ordine di svolgimento delle attività e e alla sequenza degli edifici da visitare.

Elaborazione spaziale

  • ROTATE – Elaborazione spaziale: Rotazione mentale

    Il programma di training ROTATE allena la capacità di immaginare in maniera tridimensionale un oggetto presentato bidimensionalmente e di modificarlo mediante un cambio di prospettiva oppure una rotazione (rotazione mentale).

    Scenario e compito

    Nel programma ROTATE vengono presentati al cliente oggetti in 3D che devono essere confrontati con immagini di riferimento.  ROTATE offre alternativamente due tipologie di compiti: 
     

    1. Nei compiti con cambio di prospettiva, il cliente vede sulla parte destra dello schermo l'oggetto attorniato da macchine fotografiche. Il cliente deve scoprire con quale macchina fotografia è stato scattata l'immagine posta sulla parte sinistra dello schermo.
    2. I compiti di rotazione hanno una struttura simile. I clienti possono inserire assi di rotazione ("barre a torsione") con cui ruotare l'oggetto nello spazio. I clienti devono scoprire con quale asse l'oggetto può essere ruotato in modo da dare come risultato l'immagine di riferimento.

Visuomotricità

  • VISMO – Visuomotricità: Coordinazione visuo-motoria

    Il programma di training VISMO allena la coordinazione visuo-motoria, cioè la capacità di coordinare i movimenti della mano e del braccio e di sincronizzarli con gli stimoli visivi.

    Scenario e compito

    Nel programma di training VISMO il cliente viene invitato a osservare il cielo stellato con un cannocchiale. Il cliente deve mantenere un determinato oggetto – un satellite, una pianeta o un’astronave –  all'interno del mirino del suo cannocchiale (cerchio verde sullo schermo) .  Poiché l’oggetto si muove nel cielo durante l’osservazione, il cliente deve seguirlo attivamente. Il compito consiste nel mantenere l'oggetto sempre all'interno del mirino. Più a lungo il mirino rimane sull’oggetto, più punti vengono raccolti dal cliente.

Download in inglese